home Previsioni testuali Caldo clemente, possibile rapido break poi ancora anticiclone

Caldo clemente, possibile rapido break poi ancora anticiclone

Ben ritrovati!

Alta pressione doveva essere, alta pressione è stata….e alta pressione sarà. Un’alta pressione però (in questo momento) piuttosto clemente rispetto alla fiammate africane precoci che spesse volte il nostro caro Stivale si è ritrovato sul groppone (tipo il giugno 2019 con quel caldo-umido asfissiante). Noteremo infatti massime tra 32 e 34°C nelle piane interne o nelle aree più urbanizzate, tra 27 e 30°C invece sulle aree costiere, che grazie all’effetto mitigatrice della brezza troveranno un confort climatico assoluto. Tutto ciò dovrebbe durare sin verso il 3/4 luglio. A seguire, tra 4 sera e 7 luglio, in una finestra temporale ancora poco inquadrabile, vi è la possibilità di un rapido cavo d’onda da Nordovest, responsabile di una possibile sventagliata temporalesca prima al Nord, poi anche su parte del Centro, specie sul lato adriatico.

Per il lungo termine, a seguito di questo possibile rapido break (che potrebbe anche colpire solo Nord e Marche), l’alta pressione sembra poter tornare nuovamente protagonista sulla Penisola. Vederemo se abbandonerà l’attuale concezione azzorriana, assumendo da subito caratteristiche africane, oppure se per le tanto temute fiammate africane bisognerà aspettare ancora un po’; personalmente propendo più per la seconda ipotesi, lo spero io ma lo sperano sopratutto i nostri nonni, che eviterebbero volentieri questo particolare momento di celebrità sui TG nazionali. In alto una delle annuali foto di repertorio più inflazionate dai Media italiani quando si parla di anticiclone africano, così per sdrammatizzare.

Un caro saluto, al prossimo aggiornamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.