Il clima

Il clima aquesiano

Le estati sono generalmente calde mentre gli inverni si presentano abbastanza rigidi e sovente spirano venti di tramontana che possono permanere a lungo. Nelle mattinate invernali risulta facile trovare nebbia anche a causa della immediata vicinanza del fiume Paglia.

Un particolare fenomeno che colpisce esclusivamente la città di Acquapendente, nella stagione invernale, è l’inversione termica.

Quando persistono condizioni di alta pressione, quindi cieli prevalentemente sereni, con assenza di vento durante la tarda nottata avviene una rapida perdita di calore, dovuta all’irraggiamento notturno e si forma un cuscinetto di aria gelida che staziona nei bassi strati. Tale cuscinetto farà si che nel primo mattino Acquapendente sia molto più fredda dei paesi limitrofi, magari anche aventi altimetria molto maggiore; da qui il nome inversione termica ossia gradiente termico invertito rispetto alla “normalità”.

La neve compare circa due o tre volte l’anno, talvolta anche in grandi quantità, ma niente in confronto a cosa succedeva nei decenni precedenti dove quest’ultima risultava una costante. Le piogge dominano le stagioni autunnali e primaverili.